1

Synth1 di Ichiro Toda uno dei migliori VST gratuiti

Synth1, di Ichiro Toda, è riconosciuto come uno dei migliori VST gratuiti ormai da molto tempo. Un synth completo alla modica cifra di € 0, ma il fatto che non costi nulla e che sia completamente gratuito non significa che sia di scarsa qualità e non valga la pena effettuare il download. Quindi andiamo a vedere da vicino questo Synth1.

Il Design

Il design del virtual instrument normalmente è la prima cosa che un potenziale utente va a guardare, perché spesso sinonimo di qualità. Rattristiamoci, perché se dovessimo giudicare Synth1 esclusivamente dal design, probabilmente penseremmo che non è per niente valido.  L’interfaccia è orribilmente sgraziata, povera e mal disposta. I pulsanti e bottoni non sono posizionati in maniera intuitiva e spesso si trovano in zone inaspettate. Questo potrebbe comportare un pizzico di frustrazione perché l’apprendimento e l’utilizzo del software in fase di sound-design non è molto immediato. L’immagine qui sotto mostra le ragioni  del mio mugolare: il giallino-malaticcio è veramente noioso, i controlli non sono disposti in maniera corretta e non è stato lasciato sufficiente spazio tra i controlli per rendere l’interfaccia maneggevole, leggibile e pulita. Il sound-design con Synth1 richiederà quindi un po’ piu’ di immaginazione rispetto al semplice sound-designing.

Synth1

Synth1

Il Suono

Synth1 è la riproduzione software del famoso sintetizzatore Clavia Nord Lead 2 celebre per aver saputo emulare (tramite hardware digitale) i suoni dei più noti synth analogici del passato quali ARP 2600, Minimoog, Roland Jupiter… proponendo caratteristiche molto vicine all’originale hardware, offrendo polifonia a 16 note, arpeggiatore, alcuni effetti integrati, basso consumo di CPU e 128 presets di qualità.
Il suono che Synth1 produce è veramente di ottima qualità. Sfortunatamente il range di suoni utilizzabili è veramente esiguo; Synth1 è molto orientato verso produzioni Trance e Techno con ottime supersaw e lead, mentre per quanto riguarda i bass synth sono un po’ meno intuitivi e macchinosi da creare. Considerando che Synth1 è basato su sintesi additiva e avendo una poca scelta di waveforms, questo comporta che i suoni prodotti tramite questo synth non saranno mai troppo elaborati.
Fortunatamente Synth1 offre eccellenti opzioni per i filtri che aiutano notevolmente a migliorare le limitate waveforms rendendo l’ output più interessante. Ha un esiguo ma interessante assortimento di tre tipi di filtri: un passa-basso, passa-alto, passa-banda. Tutti e tre sono controllabili da ADSR, velocity, e LFO. Mi piacciono particolarmente i parametri del velocity, in quanto è possibile creare un suono humanized. Synth1 contiene anche tre tipi di effetti: distortion, delay, chorus. L’impostazione della distortion ha varie opzioni e diversi tipi di distorsione, ma difficilmente si riesce a ottenere un suono fantastico. Il delay e chorus rientrano egregiamente in un contesto trance e techno.

Settings

Come già detto, Synth1 ha una varietà di simpatici effetti. In aggiunta possiede anche un arpeggiator molto semplice e basilare. A differenza di VST come FM8 di Native Instrument, Synth1 non possiede nessun tipo di sequencer per il suo arpeggiator e penso che sia la miglior cosa trovando eccessivo l’editing delle singole note invece di pensare agli accordi. Synth1 inoltre permette settaggi come la polyphony, mono, legato, unisono, and unisono spread. Come ultima cosa c’è da sottolineare il bassissimo consumo di CPU da parte di Synth1.

Verdetto

Synth1 è gratis, e vale il download.  Nonostante il software sia limitato, il suono che produce non ha nulla da invidiare a quello di software a pagamento. se hai bisogno di un supersaw, ti consiglio vivamente questo synth, L’interfaccia utente intimidisce ma un esperto producer riuscirà nel giro di qualche minuto a padroneggiarla.  Tuttavia, se già utilizzi software come FM8, lascia perdere, hai già la possibilità di fare tutto ciò che fa Synth1 e anche di piu’.

Download

Synth1 è disponibile per il download gratuito tramite il sito di Ichiro Toda (870 KB download size, ZIP archive, disponibile in beta anche per Mac).

A questo link è possibile trovare il manuale in Inglese

One Comment

Lascia un commento